Sarebbero due le famiglie coinvolte nel crollo di una palazzina avvenuto a Torre Annunziata, in via Rampa Nunziante 15, intorno alle 6.30 di stamane. Tra i dispersi, ufficiosamente otto, pare risultino anche dei bambini. Per ora non ci sono con loro contatti nonostante si continui a scavare. Nei primissimi momenti dei soccorsi – immediati, portati anche dai vicini accorsi sul posto – sono stati estratti una donna e due bambini.

Complesse le operazioni di soccorso. Il palazzo è raggiungibile soltanto attraverso una passerella larga circa due metri, quindi si sta procedendo a mano e non è possibile utilizzare scavatrici. I soccorritori sono coadiuvati anche da cani addestrati per questo tipo di situazioni. Due vigili del fuoco sono rimasti feriti durante le operazioni. Sono una ventina, e stanno lavorando con le mani. Intorno alle 11.30 hanno aperto un varco con una scavatrice, così da rendere possibile il transito di un mezzo più piccolo. Intorno alle 13 è stato richiesto l’aiuto di squadre Usar dal Lazio e dalla Toscana che sono in arrivo.

Il sindaco della cittadina, Vincenzo Ascione, riporta che manca all’appello “una famiglia con due bambini e un’altra famiglia di un tecnico del Comune, anche lui tra i dispersi. Altre due abitazioni al momento del crollo erano vuote per i lavori in corso”. “Tante persone, vigili del fuoco, polizia, carabinieri e volontari – spiega Ascione – stanno facendo un lavoro eccellente per cercare e salvare i dispersi”.

Dell’edificio sono crollati tre piani. La palazzina aveva i primi due piani in ristrutturazione. Risalente agli anni ’50, come riportato dal sindaco era “evidentemente malmessa”.

Le testimonianze sono discordanti. C’è chi ha sentito il rumore di un treno poco prima del crollo, chi parla dei lavori di ristrutturazione e consolidamento in corso. Nessuno ha udito alcuno scoppio – se non il boato del cedimento – quindi sarebbe da escludere la fuga di gas. Il dirigente dell’ufficio tecnico comunale ha sottolineato come non fossero mai arrivate segnalazioni su eventuali problemi strutturali, mentre la Procura di Torre Annunziata ha aperto un fascicolo per crollo colposo.

foto Ansa