L’autunno è iniziato con le sue mille sfumature di colori, profumi e sapori. Il patron di SfogliateLab, Vincenzo Ferrieri, ha accolto la nuova stagione con grande entusiasmo e creatività proponendo delle gustose novità in tema di Sfogliatelle. Esaltando le specialità della terra offerte da questo seducente periodo, come i funghi e le castagne, sono nate 4 new entry in casa SfogliateLab: la sfogliata e la Sfogliacampanella al marron glacé, la sfogliata rustica ripiena con risotto ai funghi e la sfogliata rustica farcita con salsiccia di Norcia, provola e funghi porcini.

Il fungo porcino, re dell’autunno, utilizzato in una delle ricette più apprezzate in Italia – il risotto – e impiegato per uno degli accostamenti più in voga, cioè con la salsiccia, è diventato l’ingrediente madre di due sfogliatelle rustiche: una farcita con risotto ai funghi porcini e l’altra farcita con provola, salsiccia tritata e funghi porcini.

La vera regina della stagione del foliage, la castagna, declinata nella sua versione più dolce e golosa, ovvero il marron glacé, è invece la degna sostituta dei canditi nella farcitura della sfogliatella in versione classica dolce. Il delicato sapore del marron glacé arricchisce di un gusto anche la linea delle Sfogliacampanelle – la meravigliosa succulenta creazione golosa di Vincenzo Ferrieri che consiste in una sfogliatella con il cuore di babà immerso in un goloso ripieno di ricotta.

Si potranno ora gustare 14 diverse varianti di Sfogliacampanella adatte a deliziare qualsiasi palato: sono disponibili i gusti classico, caffè, croccantino, pistacchio, cioccolato bianco, arancia, panettone, limone, pesca, bacio, frutti di bosco, fragola, cocco e la new entry al marron glacé.

Il patron di SfogliateLab, Vincenzo Ferrieri, oltre a promuovere lo storico marchio di famiglia e la neofita Sfogliacampanella, mira a valorizzare e omaggiare la pasticceria artigianale e tradizionale partenopea, strizzando un occhio all’innovazione per renderla più appetibile ai giovanissimi, attenti alle tendenze food e affascinati dalle sperimentazioni e contaminazioni culinarie. Tutelando i dolci napoletani si tutela non solo tradizione partenopea, ma anche le potenzialità creative gastronomiche e artigianali del popolo napoletano. Introducendo nuovi gusti si tenta di catturare l’attenzione dei giovani e farli appassionare ai prodotti tipici della gastronomia campana, e dissuaderli dal consumo di junk food.

Noi eravamo presenti al lancio delle 4 new entry e ci siamo lasciati conquistare dalla sfogliatella rustica farcita con salsiccia tritata, provola e funghi porcini – una vera prelibatezza per palati raffinati -perfetta da gustare in una serata autunnale napoletana. E Voi da quale nuovo gusto di sfogliatelle vi lascerete sorprendere?